SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Solidarietà per le vittime del terremoto anche dall’Austria. Nella serata di sabato 17 ottobre infatti si è svolta a Steyr, città austriaca gemellata con San Benedetto, una cena di beneficenza finalizzata ad una raccolta fondi a favore degli aquilani colpiti dal terremoto del 6 aprile scorso.

L’iniziativa è stata organizzata congiuntamente dalle due Amministrazioni comunali e vi hanno preso parte più di 150 cittadini austriaci.

I fondi raccolti saranno consegnati alla comunità aquilana nel periodo precedente il Natale direttamente dai sindaci Giovanni Gaspari e Peter Koits, che rivolgono un sentito ringraziamento a cinque cittadini del paese alto di San Benedetto ovvero a Stefano e Paolo Gaetani, Tiberio e Mario Ceccarelli, Primo Pignotti e al dipendente comunale Alberio Piunti, per la grande generosità, capacità e disponibilità dimostrata anche in questa occasione.

Loro infatti hanno lasciato le rispettive famiglie per tre giorni, dal 16 al 18 ottobre, e preparato in meno di mezza giornata una cena a base di pesce sambenedettese. La cena ha poi riscosso un successo straordinario tra i partecipanti.

Della comitiva faceva parte anche il consigliere comunale Silvano Evangelisti, il quale rivolge un ringraziamento particolare all’amministrazione di Steyr e in particolare alla signora Ute, che tradizionalmente segue il gemellaggio con San Benedetto, sia per l’organizzazione dell’iniziativa per l’Aquila, sia per come è stata accolta la delegazione sambenedettese, ricevuta dal sindaco nella mattinata di sabato prima di un breve giro in città. Nel pomeriggio, tutti allavoro per preparare la cena, fino al successo e agli applausi dei presenti.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 495 volte, 1 oggi)