RIPATRANSONE – Prevenire è sempre meglio che curare. Lo sa anche il sindaco di Ripatransone Paolo D’Erasmo che infatti ha firmato nella giornata odierna, lunedì 9 ottobre, l’ordinanza per la regimentazione delle acque nei terreni agricoli e per pulitura dei fossi e canali di scolo. Tale provvedimento si è reso necessario per evitare, in occasione di temporali, gli allagamenti delle strade o, in caso peggiore, il loro danneggiamento con frane e smottamenti.
Molto spesso tali danni sono dovuti a fango proveniente dai terreni confinanti e non coltivati con il buon senso e la regola d’arte: in pratica si vedono sempre di più terreni scoscesi senza solchi di raccolta acque o coltivazioni in pendenza senza fossi di raccolta in prossimità di strade pubbliche.
Questa situazione ha portato a dover intervenire con uomini e mezzi su molte strade del nostro territorio per evitare il pericolo per la circolazione.
L’ordinanza, oltre a ricordare la buona tenuta dei terreni agricoli prescrive la realizzazione di solchi o canali di scolo per il regolare deflusso delle acque verso i tombini di raccolta e la costante pulizia dei fossi di raccolta delle acque.
Il Comune ricorda come la partecipazione attiva di tutti gli operatori agricoli, che per altro è già presente nella maggior parte dei cittadini, eviterà problemi per la sicurezza di persone e cose, in modo da non assistere a calamità dolorose e che lasciano una profonda ferita nel tessuto sociale della nostra città.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)