MONTEPRANDONE – Una gremitissima Chiesa “Regina Pacis” ha accolto la sera di giovedì 15 ottobre il nuovo parroco: è Don Pierluigi Bartolomei, 34 anni, che arriva a Centobuchi dopo aver operato presso la Parrocchia Cristo Re di Porto d’Ascoli e va a sostituire Don Federico Pompei, l’anima storica della Regina Pacis trasferito ora a Villa Rosa.

La cerimonia di giovedì si è svolta con il saluto del Sindaco Stefano Stracci e con una Messa officiata dal Vescovo Gervasio Gestori e dagli altri sacerdoti della Diocesi.

«Sono sicuro – ha detto il sindaco – che Don Pierluigi saprà arricchire con energia ed entusiasmo la Regina Pacis, e sono altrettanto certo che egli stesso sia consapevole della preziosa eredità che riceve da Don Federico».

Nel suo discorso Stracci ha anche sottolineato che la comunità di Centobuchi deve vivere l’arrivo del nuovo sacerdote come una preziosa opportunità per un rinnovato cammino di crescita spirituale ed umana.

Quella della “Regina Pacis” è una parrocchia nata diciotto anni fa in un quartiere in espansione, che ha saputo accogliere famiglie provenienti da luoghi diversi. Sorta in un piccolo garage di via Santa Chiara, la “Regina Pacis”, grazie alla tenacia di Don Federico e dei suoi parrocchiani, è divenuta una grande chiesa, fatta di mattoni e fedeli, una realtà forte, armonica e strutturata.

L’Amministrazione Comunale continuerà quindi a sostenere le molteplici attività della Parrocchia, supportando Don Pierluigi in particolare nelle iniziative rivolte ai giovani.

Si continuerà, ad esempio, a sovvenzionare la partecipazione ai campi scuola che hanno coinvolto un numero sempre elevato di ragazze e ragazzi.

Esperienze che hanno invitato i giovani monteprandonesi a sperimentare, fra spensieratezza e impegno, “l’essere comunità”, condividendo principi etici, morali e spirituali.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.139 volte, 1 oggi)