SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lavori pubblici, il 2010 sarà un anno proiettato sui parcheggi e sulle piste ciclabili. È quanto afferma testualmente il sindaco Giovanni Gaspari illustrando alcuni piani d’azione nel settore della viabilità.
Ne parla commentando il tentativo dei parlamentari Ciccanti e Agostini di mediare con il Governo per eliminare i vincoli di inalienabilità e di indisponibilità in capo agli enti pubblici sui beni sdemanializzati.
«Si tratta di un problema veramente grosso per i Comuni. Se da una parte è comprensibile il divieto di rivendere prima di dieci anni un’area demaniale acquisita da un Comune grazie a un diritto di prelazione, d’altra parte il vincolo dell’indisponibilità rende quelle aree praticamente inutilizzabili. Dieci anni sono troppi, i Comuni i problemi li hanno oggi», sostiene Gaspari, invitando anche da parte sua il Governo a prevedere una norma diversa in sede di legge Finanziaria 2010.
«Prendiamo il caso del parcheggio ad est dell’istituto Alberghiero. Si tratta di un’area demaniale che potremmo acquisire per circa 300 mila euro. Ma essendo indisponibile, non posso metterla a gara per realizzarci un parcheggio sotterraneo, che invece risolverebbe tanti problemi di viabilità», sostiene il sindaco.
Prosegue intanto l’iter per il bando regionale per l’autostazione ferroviaria. Se il Comune avrà il finanziamento, sarà rispolverata la già nota idea di realizzare due piani di parcheggi interrati sotto l’attuale parcheggio interno della stazione ferroviaria. Si otterrebbero 250 posti auto interrati, più altri parcheggi nella zona più a nord dell’attuale parcheggio, che invece verrebbe impiegato come stazione per gli autobus, togliendo traffico dall’ingresso della stazione in via Gramsci.
Ottenere centinaia di nuovi posti auto fra stazione e zona portuale secondo il sindaco darà nuovo slancio alla realizzazione di una pista ciclabile in via Curzi, ovviamente dopo aver istituito il senso unico di marcia e aver eliminato una fila di parcheggi laterali.
«Via Curzi fa parte del piano pluriennale delle opere pubbliche, realizzeremo nuovi marciapiedi, perché gli attuali sono troppo stretti», afferma il sindaco, che sostiene la necessità di nuovi parcheggi interrati in quanto con la riqualificazione di piazza Matteotti, i lavori in via Pizzi e i futuri lavori di via Risorgimento si perdono numerosi posti auto.
LA PISTA CICLABILE DEL PORTO Infine, Gaspari si sente di dire che per l’estate 2010 avremo finalmente la pista ciclabile ad est dello stadio Ballarin, collegando i due percorsi per le biciclette di Grottammare e San Benedetto. «Il comandante della Capitaneria di Porto Di Guardo ha ribadito la sua disponibilità, che consentirà la realizzazione della pista ciclabile in breve tempo. Entro l’estate prossima».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.286 volte, 1 oggi)