GIULIANOVA – Pubblichiamo degli ingrandimenti e dei dettagli specifici relativi al video girato con il telefonino da Maurizio Mattiucci durante l’affondamento del peschereccio sambenedettese “Diana Madre” nel porto giuliese, il 12 ottobre del 2009.

Nelle immagini “zoomate” si vede il momento in cui il Diana Madre, indicato da una freccia rossa, inizia il suo tragico affondamento, in seguito al quale il marinaio Maurizio Fagone risulta tuttora (scriviamo giovedì sera) scomparso in mare. In primo piano si vede un altro peschereccio più vicino a terra, anch’esso intento a rientrare in porto.
Questo eccezionale documento video, pur non nitidissimo, rappresenta la drammaticità di quei momenti ed è una testimonianza su cui la Capitaneria di Porto e l’autorità giudiziaria stanno cercando di ricostruirne la dinamica.

Di certo c’è che vediamo una burrasca di dimensioni impressionanti, un mare cattivissimo, l’agitazione dei marinai e dei diportisti giuliesi che dalle banchine e dai moli del porto osservano il rientro in mare dei pescherecci. E che sono i primi a rendersi conto che c’è qualcosa che non va, e che quel motopeschereccio che si vede in lontananza, appena all’esterno dei due fari all’imboccatura del porto, rischia di non toccare terra. Poi vedono che comincia a imbarcare acqua e a inabissarsi.

Sono attimi velocissimi. Maurizio e Floriano Mattiucci, che erano in banchina per rafforzare gli ormeggi delle loro imbarcazioni da diporto, tornano indietro a prendere cime, corde, salvagente. Così fanno anche altre persone sui moli.

Nella seconda parte del video, si vede nitidamente il momento in cui Floriano Mattiucci, in cima agli scogli, getta in mare la cima a cui si aggrapperà il capitano del Diana Madre, il sambenedettese Marco Marchegiani. Mattiucci ha una corda attorno alla vita che lo assicura a terra ai propri compagni, ma le onde fortissime lo fanno cadere in acqua. Eppure, con grande coraggio e abilità, riesce a salvare l’uomo in mare. Il fratello del capitano, invece, viene trascinato dalla corrente fuori dal porto. Stefano Marchegiani sarà ritrovato vivo e con principi di annegamento sulla spiaggia a sud, fuori dal porto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 7.068 volte, 1 oggi)