ASCOLI PICENO – Mentre scriviamo, nel pomeriggio di martedì, è ancora in pieno svolgimento l’incontro programmato a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico dove si stanno incontrando rappresentanti del Governo, sindacati e vertici della Manuli. Ma ad un primo riscontro la proposta fatta dall’azienda per un nuovo piano industriale per il sito ascolano non lascerebbe affatto soddisfatti i rappresentanti dei lavoratori.
«Al momento giudichiamo indecente la proposta fatta dall’azienda. Il piano industriale presentato prevede lo smantellamento di reparti strategici come quello “spiralati”. Si salverebbero solo un centinaio di posti di lavoro, con oltre due terzi dei lavoratori che verrebbero confermati in mobilità».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 599 volte, 1 oggi)