SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Secondo turno casalingo consecutivo per la Samb: a far visita ai rossoblu giungerà, dopo la Fortitudo Fabriano, il Tolentino. La società cremisi sta festeggiando i 90 anni di storia, essendo stata fondata nel 1919: purtroppo, però, non si trova in uno dei momenti migliori della sua storia.

I periodi da ricordare nella storia dei cremisi sono stati l’immediato dopoguerra (con due stagioni in serie C tra 1946 e 1948) e gli ultimi 15 anni, con la vittoria del campionato di serie D 1994/95, a cui seguirono 3 stagioni in C2, e il ripescaggio dopo il secondo posto in serie D del 2002/03, al quale seguirono altri 2 campionati di C2. Dopo un paio di buone stagioni in serie D, durante il campionato 2007/08 il presidente Ivano Ercoli cede il comando a Giorgio Longhi: a fine stagione il Tolentino retrocede dopo i play-out contro il Luco Canistro, ma viene ripescato.

Anche la stagione 2008/09, però, non è andata bene per i cremisi, che hanno perso lo spareggio contro il Real Montecchio, tornando in Eccellenza dopo 16 anni. Il brutto periodo del Tolentino sta proseguendo anche in questo campionato: solo 3 i punti racimolati nelle prime 6 giornate, frutto della vittoria contro la Vis Macerata (battuta anche mercoledì 7 ottobre in coppa). In settimana è arrivato l’esonero di mister Massimo Ciocci, ex attaccante in serie A di Inter, Cesena, Genoa e Padova. Per ora il suo posto è stato preso dal responsabile del settore giovanile Graziano Colotti, ma sembra che il nuovo mister sarà Roberto Mobili, ex Recanatese.

Rispetto al campionato scorso c’è stato un rinnovamento totale: pochi i giocatori rimasti, quasi tutti dal settore giovanile, pur ottimo (tra gli ultimi talenti sfornati, oltre all’ex Samb Roberto Iacoponi, Marco Bigoni, ceduto in estate al nuovo Venezia, e Nicola Malaccari, approdato al Rimini). I rinforzi (tra cui spiccano il difensore Moreno Tacconi, ex Cingolana, il centrocampista Avallone e gli attaccanti Mercuri, Garbuglia e Dell’Aquila), per ora, non stanno dando le risposte sperate: la squadra segna poco e fatica a imporre il suo gioco, anche se alcune delle sconfitte subite nelle prime giornate sono sembrate un po’ sfortunate.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 568 volte, 1 oggi)