GROTTAMMARE – Torna il Premio Libero Bizzarri. Dopo il successo della 16ª edizione dell’estate scorsa con Giuseppe Piccioni e l’omaggio a Carlo delle Piane, si apre la sessione autunnale, con le due sezioni dedicate ai giovani: “ Il nostro tempo è ora”(alla sua terza edizione), e alle scuole di ogni ordine e grado “Mediaeducazione” (sesta edizione).

Al via, venerdì 9 ottobre alle ore 15.30 presso il residence “Le Terrazze” di Grottammare le proiezioni dei dieci doc selezionati dai due coordinatori della sezione “Il nostro tempo è ora” Francesca Romana Vagnoni e Lorenzo Rossi, affiancati da uno staff di giovani: Lucia Peroni, Marco Paoletti, Stefano Giammarini, Sara Giostra, Diego Pasqualini, Cristina Fabiani e Gabriele Marconi.

Ha spiegato Lorenzo Rossi: «Sarà la giuria popolare composta da ragazzi a decretare il vincitore, nel segno della continuità con le precedenti edizioni. Novità invece la scelta degli autori, under 30 anni».

Serata conclusiva di premiazione, domenica 11 ottobre ore 21.30 presso sala Kursaal. La sezione “Mediaeducazione” ha registrato un numero elevato di lavori, oltre 250 documentari sui diritti umani e sull’ambiente, come richiedeva l’apposto bando, da scuole di tutta Italia.

La proclamazione dei vincitori avverrà lunedì 12 ottobre ore 18, presso Auditorium comunale. Ha precisato Maria Pia Silla, presidente della Fondazione Bizzarri: «Un concorso ben radicato su tutto il territorio nazionale, forte anche della comunicazione del bando tramite la prestigiosa rivista “Notizie della scuola” che vanta 27 mila abbonati».

La Fondazione bizzarri ha inoltre scelto la città di Scanno, nell’aquilano, come vetrina della sezione speciale “CollinaMontagnAmbiente” con tanto di premiazione il 17 ottobre presso Sala Convegni Hotel Miramonti.

Tra gli appuntamenti di rilievo, sabato ore 21.30 presso il Kursaal omaggio a Beppe Cremagnani, di recente scomparso, di cui sarà proiettato il documentario “Governare con la paura” a seguire l’ incontro con il regista Luca Caon e Federica Sasso, stretta collaboratrice di Cremagnani.

Il Premio Libero Bizzarri riceve un contributo economico dalla Provincia di Ascoli e un contributo triennale dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, questo infatti è il secondo triennio finanziato.

La sessione autunnale è stata presentata nella sede della Fondazione Bizzarri dal presidente Maria Pia Silla, il vicepresidente Flavia Mandrelli, i direttori artistici Massimo Consorti e Fabrizio Pesiri, l’assessore provinciale alle Politiche Giovanili, Pasqualino Piunti, l’assessore alla Cultura del Comune di Grottammare, Enrico Piergallini e i coordinatori della sezione ”Il nostro tempo è ora” Francesca Romana Vagnoni e Lorenzo Rossi.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 400 volte, 1 oggi)