ASCOLI PICENO – Ammodernamento della Salaria nel tratto Trisungo-Acquasanta, è polemica fra Comune di Ascoli e Regione Marche sul mancato arrivo dei fondi statali.

Nell’incontro di martedi a Roma presso il Ministero delle Infrastrutture il sindaco di Ascoli Guido Castelli ha ricevuto la comunicazione sul fatto che il progetto per l’ammodernamento della Salaria non sarà finanziato nel 2009. Questo perchè, secondo quanto riferito dallo stesso Castelli, non è arrivato entro il termine del 30 giugno il progetto definitivo che avrebbe dovuto inviare la Regione con tanto di certificazione urbanistica, dopo che l’iniziale progetto era stato sottoposto a modifiche da parte dell’Anas. «Il Progetto a tutt’oggi non è stato trasmesso all’Anas» – ha affermato Castelli.

«Il sindaco del Comune di Ascoli Piceno, Guido Castelli, si sbaglia – replica in una nota l’assessore regionale Sandro Donati -nell’attribuire alla Regione Marche la responsabilità del mancato finanziamento del progetto. Lo scorso maggio la Regione si è espressa sul parere di conformità, essenziale per la realizzazione dell’opera, senza alcun ritardo, con delibera inviata immediatamente agli Enti statali e ai Comuni interessati.»

«Il 15 luglio scorso – aggiunge Donati – si è svolta presso il Provveditorato alle Opere Pubbliche di Ancona la prevista Conferenza dei servizi, che si è conclusa con il raggiungimento dell’intesa Stato Regione e la conseguente approvazione del progetto. Il 9 settembre – prosegue – il Ministero delle Infrastrutture ha emanato il Decreto numero 1777 di approvazione del progetto».
«Non c’è, a differenza di ciò che afferma Castelli nessun altro passo da fare, o alcunché da chiedere alla Regione, c’è solo bisogno – conclude Donati – che il Governo finanzi l’opera che è già cantierabile, e che si poteva e doveva prevedere come cantierabile già a giugno, poiché la Regione aveva espresso le sue determinazioni e non c’era alcun ostacolo per l’intesa come ha mostrato l’accordo alla conferenza dei servizi di luglio».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.025 volte, 1 oggi)