SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Si infittisce il mistero del cadavere ritrovato in un casolare della Sentina. La scoperta è stata fatta da un uomo che si trovava a passeggiare per la Riserva. Passando accanto ad uno dei vecchi casolari ha avvertito un forte odore. E’ entrato per dare un’occhiata ed ha visto il corpo di un uomo.

Avvertiti dal cittadino, sul posto sono arrivati immediatamente una pattuglia dei Carabinieri e i Vigili del Fuoco per illuminare la zona visto che il ritrovamento è stato effettuato quando ormai era buio. Da una prima ricostruzione dei fatti sembra trattarsi di un barbone che sarebbe deceduto di morte naturale in quanto il corpo, già in avanzato stato di decomposizione, non presentava ferite o qualcosa che facesse pensare ad una colluttazione.

Vicino a lui uno zaino con dentro un diario contenente appunti in lingua straniera, sembra dell’est europeo. La salma è stata successivamente trasportata all’obitorio dell’Ospedale di San Benedetto dove il magistrato darà l’incarico al medico legale Claudio Cacaci per cercare di stabilire le cause del decesso.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.968 volte, 1 oggi)