CHESSARI 6 Praticamente inoperoso, compie però un buon intervento nella ripresa su una forte conclusione dal limite. Sarebbe stato il colmo
NATALINI 6 Il primo under in campo da parte rossoblu (oggi in inedita maglia verde): non male in chiusura e anche in fase da appoggio, deve necessariamente migliorare sui colpi di testa
NICOLOSI 6 Non soffre particolarmente e spesso si sgancia in supporto a bianchi. Bene anche il secondo under della Samb
D’ANIELLO 6,5 La vicinanza di Rulli lo solleva dall’ingrato compito di tamponare le ripartenze avversarie, e la contemporanea assenza di Giandomenico gli permette di essere l’unico “regista” al centro del campo.
PULCINI 7 Blocca qualsiasi tentativo di incursione dei fabrianesi. Nulla da eccepire.
MENGO 7 Idem. Insieme al compagno di reparto forma una coppia granitica.
ZAZZETTA 6,5 Lotta sulla corsia sinistra e arriva sul fondo pericolosamente una mezza dozzina di volte. Secondo noi ha le capacità per garantire almeno dieci/dodici penetrazioni efficaci ad ogni incontro.
RULLI 7 Una piacevole sorpresa. L’esordiente centrocampista, l’anno passato al Grottammare, è forse uno degli acquisti con un curriculum meno “pesante”. Forse per questo è il classico giocatore da categoria. Appena arrivato prende per mano il centrocampo e, anche se non ha i piedi di Giandomenico, fa, come si suol dire, “legna”. Garantisce così il presidio della zona centrale del campo, solleva D’Aniello ad un compito a lui ingrato e non disdegna comunque di appoggiare l’attacco oltre che di concludere un paio di volte. Già quasi inamovile.
BASILICO 6 Sfiora il gol in due occasioni, nel primo tempo, di testa e in scivolata. Nonostante questo dà l’impressione di non essere in ottime condizioni fisiche. O forse è un attaccante più bravo a giocare per la squadra che per se stesso. Avendo il numero 9 sulla schiena, però, da lui si attendono i gol.
CACCIATORE 7 Un peperino che persino la miglior difesa del campionato fatica a tenere a freno. Svaria su tutto il fronte offensivo, sfiora la rete in un paio di occasioni. Bravo.
BIANCHI 6,5 Stesso discorso per Zazzetta, anche se nel primo tempo fa un po’ più di fatica. Sfiora un gol che meritava. Comunque sia lui che il numero 7 rossoblu garantiscono un gioco sulle fasce più che buono.

MENICHINI 7,5 Entra e segna. Cosa volere di più? Ma soprattutto la sua rete è di ottima fattura, figlia di quella potenza che deve essere proprio la sua caratteristica principale. Ancora non è al massimo della forma ma sicuramente rappresenta, per quel che si è intravisto fino ad ora, il centravanti più adatto al 4-4-2
OGLIARI 6 Costretto alla panchina a causa della scelta di Palladini di schierare come terzini i due “under”, entra nel finale per giocare come terzo difensore centrale.
GENTILI s.v. Dà il cambio a Cacciatore e tiene alta la squadra

PALLADINI/CHIMENTI 7 Il primo era in tribuna causa squalifica, il secondo in panchina: Palladini ci ha messo la testa, Chimenti il cuore. Vittoria meritata e voluta pur se non rotonda nel risultato, ma va bene così. La squadra, al di là del risultato, è sembrata trasformata e molto equilibrata. Tutto merito del 4-4-2 e dell’ingresso di Rulli: troppo squilibrata la formazione rossoblu fino ad una settimana fa, e senza un vero mediano. Adesso occorre insistere su questo schema classico che risolve spesso situazioni complicate, sperando anche che la fortuna inizi a cambiare verso. Bravi anche a scegliere come under i due esterni difensivi a costo di tenere in panchina il capitano Ogliari. Per vincere il campionato bisogna fare anche scelte difficili, ben sapendo che tutti sono e saranno utili ma nessuno è indispensabile.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 939 volte, 1 oggi)