ASCOLI PICENO – Crescono l’impegno e l’attenzione rivolti al settore delle nanotecnologie. L’istituto per la Cultura d’Impresa con il supporto di Confindustria di Ascoli Piceno e grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Ascoli Piceno, anche nel 2009 ha finanziato due borse di studio per la partecipazione alla sesta edizione dell’Interuniversity Master in Nanotechnologies, l’Imn, organizzato dal Civen, il Coordinamento Interuniversitario Veneto per le Nanotecnologie.
Il master, di durata annuale, si è svolto presso il Vega, il Parco Scientifico Tecnologico di Venezia e ha permesso a due laureati del territorio piceno di accrescere e sviluppare conoscenze nel settore delle nanotecnologie per poi trasferirle al tessuto produttivo locale.
Gli ingegneri, i chimici e i biologi che si sono formati presso i laboratori del Vega, andando a rappresentare di fatto il primo piccolo potenziale “laboratorio” piceno sulle nanotecnologie, sono stati Laura Amodeo, Stefano Morganti e Valerio Tomassetti nel 2008, e Francesco Albertini e Valentina Poli nel 2009.
Civen è un’associazione fondata nel 2003, dall’Università degli studi di Padova, dalle Università Ca’ Foscari e Iuav di Venezia e dall’Università degli Studi di Verona, creata con l’obiettivo di promuovere la ricerca e la formazione nel settore delle nanotecnologie in coordinamento con Veneto Nanotech, il distretto tecnologico italiano delle nanotecnologie.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 314 volte, 1 oggi)