SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Non cessa di far discutere la cassa di colmata a nord del porto di San Benedetto. Se nella giornata di mercoledì 30 settembre l’assessore alle Politiche del Mare Settimio Capriotti era intervenuto con toni anche molto duri contro i «sedicenti amanti dell’ambiente e insonni custodi della salute pubblica», il nostro lettore Mariano Vesperini ci ha oggi inviato una fotografia che, quanto meno, fa sorgere dei dubbi.

Nell’immagine, scattata lo scorso 25 settembre, viene ripresa la draga partita da Senigallia (dove la sabbia del porto canale viene portata via per arrivare alla cassa di colmata sambenedettese) poco prima che i fanghi vengano posti sui camion che poi trasportano la sabbia nel luogo deputato. I fanghi colmano per intero lo spazio della draga e sono pericolosamente sporgenti verso il mare aperto. Non è dato capire dall’immagine se effettivamente vi sia versamento. Allo stesso modo, nella denuncia presentata dal Comitato di Salute Pubblica, si faceva riferimento al rischio di versamento in mare del materiale da conferire nella discarica marina, e le stessa tesi era stata sostenuta da Lorenzo Rossi di Rifondazione Comunista di Grottammare nel corso di una conferenza stampa.

Riteniamo comunque giusto ed opportuno che l’immagine sia posta all’attenzione di tutti gli interessati.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.985 volte, 1 oggi)