CUPRA MARITTIMA – Una cittadina che potrebbe confermarsi una continua fonte di reperti storici. L’ultimo risale a pochi giorni fa quando, nell’area di servizio Erg di Cupra, durante degli scavi archeologici preventivi effettuati in vista della costruzione di un autolavaggio, è stata trovata la base di una colonna che poggia su delle massicce strutture. Un muro che dà tutta l’impressione di proseguire verso nord, verso sud e verso ovest, ovvero in direzione della collina dietro l’Erg.

Le indagini preventive sono state commissionate dalla Erg stessa, poiché il distributore di carburante si trova in una zona di interesse archeologico e questo tipo di scavi sono obbligatori. Ricordiamo infatti che nella stessa area è presente il Ninfeo, altro reperto storico.

Ora i lavori sono fermi. A decidere se si prenderà la strada dell’approfondimento storico oppure la strada della costruzione dell’autolavaggio, sarà la stessa ditta, ovvero la Erg, dopo aver sentito il parere della Soprintendenza Archeologica delle Marche e anche l’opinione del Comune.

Nei prossimi giorni dunque si saprà se il muro con il suo capitello sarà ricoperto oppure portato alla luce.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.356 volte, 1 oggi)