SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Bruno Gabrielli non ha mandato giù la bocciatura dell’ordine del giorno in riferimento alla Torre dell’Agraria. Nel corso del Consiglio Comunale di lunedì, la maggioranza ha infatti respinto la richiesta da parte del Pdl di una modifica che andasse a stralciare le attuali norme tecniche d’attuazione e a ripristinare le iniziali, che prevederebbero un ritorno degli edifici innalzabili all’altezza limite di 18 metri.

«All’attuale stato di cose, se ci fossero i fondi la famigerata Torre si farebbe», ha dichiarato l’assessore al tTurismo della Provincia. «Nel marzo scorso, incontrando i residenti alla Palestra d’Angelo, aveva invece annunciato che le loro proteste sarebbero state accolte. Oggi il sindaco si rimangia tutto, dimostrando di essere un voltagabbana e aver perso totalmente la propria credibilità».

«Non pensavo ci dicesse “no”. Così facendo – ha concluso Gabrielli – non prende in giro me, ma gli abitanti del quartiere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 739 volte, 1 oggi)