ASCOLI PICENO – Gli agenti della questura di Ascoli Piceno hanno rintracciato e salvato due ragazzine, non ancora maggiorenni, vittime premature di quel disagio giovanile già ampiamente denunciato e scoperto dall’operazione “Messenger” di appena pochi giorni fa.

Il primo caso si riferisce ad una ragazza di 17 anni originaria di Roccafluvione, da tempo tossicodipendente,  che era scomparsa poco prima dell’ora di cena, sabato. La madre, temendo una disgrazia, ha telefonato al 113 che l’ha rintracciata poco prima della mezzanotte mentre vagabondava in preda ad uno stato confusionale per le strade del centro cittadino.

Il secondo caso, anche questo verificatosi nella serata di sabato, riguarda una ragazza in età molto giovane rintracciata intorno alle ore 21 dal 118 e da una volante della Polizia che l’ha rintracciata in Corso Trento e Trieste mentre era distesa a terra priva di sensi per aver ingerito troppi alcolici festeggiando il suo sedicesimo compleanno assieme a dei coetanei. E’ stata trasportata in ospedale dove è stata curata e affidata ai suoi genitori.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 691 volte, 1 oggi)