Porto d’Ascoli – Ripatransone 0-1

PORTO D’ASCOLI (4-3-3): Santarelli, Virgili, Fiorino, Narcisi, Ciribè, Fabiani (70’Albertini), Di Girolamo, Massei (82’ Berganzi), Pelliccioni (27’ Mattioli), Cavazzini, Cicconi.

A disposizione: Piunti, Catalini, Semini, Mercatili. Allenatore: Alfonsi

RIPA (4-4-2): Traini, Schiavone, Marconi, Deogratias, Di Lorenzo (53’ Travaglini), Petracci, Malizia, Amadio, Di Saverio (82’ Mannelli), Pagliarini, Cicchi (46’ Morganti).

A disposizione: Di Benedictis, Carboni, Marchegiani, Ze Perez. Allenatore: Zaini

ARBITRO: Cudini di Fermo

MARCATORI: 65’ Amadio

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Giornata storta per il Porto d’Ascoli che inciampa nella seconda sconfitta di stagione con la Ripa. Soffrono la supremazia del centrocampo amaranto per tutto il primo tempo con lanci lungi e conclusioni dalla distanza. La reazione della ripresa viene vanificata dal vantaggio ospite. Il pressing nel finale, il palo colpito da Cavazzini, non sono bastati a rendere meno amaro il risultato.

Sin dalle prime battute la Ripa è apparsa dinamica tanto che Deogratias dopo 18 secondi scodella una conclusione di poco alta sopra la traversa. Al 5’ l’attacco ospite si porta dinanzi a Santarelli, Fiorino sbroglia il pericolo. Ancora gli amaranto in avanti con Deogratias, uno due con Malizia, cross per Pagliarini che a pochi passi da Santarelli impenna troppo la sfera.

Il Porto d’Ascoli si affaccia in area con Massei, traversone per Cavazzini, il suo rasoterra finsice sul fondo. Al 18’ la difesa biancoceleste tappa come può una mischia in area con Pagliarini e Cicchi vicini alla rete.

Alla mezz’ora Malizia prova a centrare il gol dell’ex, poi al 36’ serve Di Saverio che di testa costringe Santarelli in angolo. Dalla bandierina, Deogratias mette la palla sulla testa di Malizia, l’estremo difensore locale si supera.

Nella ripresa è il Porto d’Ascoli a farsi notare: incursione di Cavazzini, il tiro è alto. Al 58’ punizione centrale di Cavazzini, out. Non demorde Cavazzini che al 64’ dopo uno slalom serve Di Girolamo, spettacolare rovesciata parata in due tempi da Traini.

Ma al 65’ ecco giungere il vantaggio  ripano: Deogratias dal fondo riesce a saltare la difesa, Santarelli non indovina i tempi dell’uscita e Amadio lo beffa. Cavazzini all’81’ prova a pareggiare i conti, la punzione si stampa sul palo. Al 90’ Berganzi su calcio piazzato invita Cavazzini, sfiora di testa la sfera. Ultimo sussulto: rilancio lungo di Virgili, testata di Cicconi che Traini blocca in tuffo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 541 volte, 1 oggi)