SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Il dirigente comunale Farnush Davarpanah ha approvato il progetto esecutivo per l’abbattimento delle barriere architettoniche nel quartiere San Filippo Neri, precisamente nella zona compresa tra via D’Annunzio, via Marsala, via Manzoni, via Ferri, via Aleardi (comprese).

I lavori avranno un costo complessivo di 100 mila euro (finanziato dalla Fondazione Carisap per 60mila euro e per 40mila euro dall’amministrazione comunale di San Benedetto) e dovrebbero partire entro il mese di ottobre. Si tratta di un importante miglioramento per la vivibilità del quartiere, in particolare per i disabili e le mamme. Verranno rifatti tratti di marciapiede e abbattute tutte le barriere architettoniche che caratterizzano la zona, su esecuzione di un progetto proposto dal Comitato di Quartiere San Filippo Neri, denominato “Una Marcia in più…, liberi di muoversi in sicurezza nel nostro quartiere” del luglio 2007.
«La nostra azione riguarda ogni zona della città» afferma l’assessore ai Lavori pubblici Leo Sestri, «Abbiamo raccolto le esigenze dei cittadini e impresso un’accelerazione agli interventi da effettuare. Sono piccoli ma grandi interventi, nel senso che, con spese relativamente contenute, si possono apportare migliorie che cambiano di molto la percezione della qualità di vita nella propria zona di residenza. Per questo dedichiamo a questi lavori la stessa attenzione che rivolgiamo alle grandi opere».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 520 volte, 1 oggi)