ANCONA – Le Marche hanno scelto di dire un “no” deciso al nucleare. La giunta regionale presenterà infatti entro il 29 settembre ricorso alla Consulta contro la legge 99/2009 per motivi di incostituzionalità.

Spiega l’assessore all’ambiente Marco Amagliani: «La legge in questione non tiene conto di quanto stabilito dal Titolo V della Costituzione sui poteri delle Regioni in materia di governo del territorio e sul rispetto del principio di leale collaborazione istituzionale».

Insieme alle Marche molte altre regioni come Calabria, Lazio, Liguria, Emilia Romagna, Piemonte e Toscana impugneranno la legge 99/2009.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 374 volte, 1 oggi)