ASCOLI PICENO – Per garantire una maggiore sicurezza sul territorio si rafforza la collaborazione tra le Polizie locali. La Provincia di Ascoli Piceno ha infatti lanciato il progetto “Sicurezza Binario” rivolto ai piccoli Comuni con popolazione inferiore ai 5 mila abitanti.

L’obiettivo è quello di realizzare servizi di pattugliamento congiunti tra la Polizia Provinciale e quella Municipale, volti proprio ad incrementare la vigilanza sul territorio con azioni preventive e repressive.

L’iniziativa, promossa dal presidente della Provincia Piero Celani, dal dirigente del Servizio Sicurezza e Polizia Locale Loredana Borraccini e dal consigliere Camillo Ciaralli, esperto di queste problematiche per l’esperienza professionale maturata nell’Arma dei Carabinieri, vuole rispondere alle esigenze dei cittadini in un particolare momento storico dove la percezione di insicurezza della popolazioni è in costante aumento a causa del susseguirsi di numerosi fenomeni di devianza sociale e di scarso rispetto del vivere civile.

Per una più funzionale organizzazione dell’intervento, il territorio è stato diviso in cinque quadranti individuati in base a caratteristiche di omogeneità e vicinanza geografica. Il primo comprende i Comuni di Cupra Marittima, Ripatransone, Montefiore dell’Aso, Massignano e Carassi, il secondo quelli di Monsampolo, Acquaviva Picena, Colli del Tronto, Maltignano, Castorano e Appignano.

Il terzo gruppo è formato dai Comuni di Acquasanta Terme, Roccafluvione, Arquata del Tronto e Montegallo; il quarto da quelli di Comunanza, Venarotta, Force, Palmiano e Montemonaco. Infine, il quinto quadrante, è costituito dai territori di Castignano, Montalto, Cossignano, Rotella e Montedinove.

I Comuni interessati hanno tempo di aderire al progetto entro il 30 settembre, segnalando il referente e le criticità del territorio di riferimento. Una volta raccolte le richieste, l’Amministrazione provinciale convocherà un tavolo tecnico per elaborare le modalità logistico-operative dell’intervento.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 856 volte, 1 oggi)