SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Alla vigilia dell’inizio della settimana internazionale dedicata ai cambiamenti climatici all’Auditorium Comunale si è svolta la cerimonia che concludeva il terzo incontro tra Italia, Turchia, Grecia e Romania sul tema “Pour une vie plus saine dans un monde plus propre” ovvero “Per una vita più sana in un mondo più pulito” dedicato a far prendere coscienza ai giovani delle possibilità dell’integrazione tra diverse culture scolastiche sul tema della salvaguardia del nostro pianeta dal punto di vista ambientale.

Il progetto si chiama “Comenius” ed è sponsorizzato dalla UE. Per San Benedetto ha fatto gli onori di casa il Liceo Linguistico dell’Istituto Commerciale “Augusto Capriotti” con le classi 4A, 3B, 2B.

L’incontro è durato quattro giorni, dal 17 al 21 settembre, durante i quali sono stati ospitati quattro studenti del Group Scolar Industrial “Unirea” della città di Stei (Romania), due del Gymnasio Lykiakes Taxis Magoulas della città di Karditsa (Grecia) e cinque studenti del Kazim Karabekir Anadolu Ogretmen Lisei della città di Kars (Turchia).

Presenti all’incontro di commiato il vicesindaco Antimo Di Francesco: «Un plauso a tutti i partecipanti per questo progetto che è uno straordinario momento di confronto su un tema così importante come quello ambientale». Mentre la professoressa Elisa Vita, dirigente scolastico del “Capriotti” ha tenuto a sottolineare: «Sono grata ai nostri colleghi stranieri per aver partecipato a questo scambio di esperienze così importante sull’impatto ambientale, in merito al quale il nostro Istituto svolge da tempo molti e diversificati progetti».

Gli ha fatto eco la sua collega professoressa Maddalena Giostra, coordinatrice del progetto, che ha tenuto a ringraziare i suoi colleghi che l’hanno aiutata a far sì che questi quattro giorni di incontri siano risultati un successo. Si sono poi alternati al microfono i rappresentanti degli altri tre paesi i quali hanno espresso il loro ringraziamento per l’accoglienza ricevuta e decantato la bellezza della Riviera avendo avuto l’opportunità di visitare, tra gli altri, Ascoli Piceno, Offida (con degustazione presso la “Vinea”), Tortoreto Lido e la Sentina.

Il Comune ha poi regalato agli studenti ospiti un cappellino con un emblema della nostra città, mentre a ciascun istituto è stato donato un libro su San Benedetto ed ai professori un orologio da tavolo con la scritta della città che li ha ospitati. Il progetto si concluderà nel 2010 in Turchia.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 610 volte, 1 oggi)