SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Lo Chalet “Bagni da Andrea” non potrà svolgere attività di intrattenimento fino a quando non sarà dotato del certificato di prevenzione per gli incendi e del successivo parere favorevole da parte della commissione di vigilanza sui locali di pubblico spettacolo.

Lo annuncia il settore di “Sviluppo del territorio” che, mediante l’ordinanza n. 148 del 17 settembre, consente comunque allo stabilimento balneare (concessione 8, Lungomare Nord di San Benedetto) di mantenere attivi gli altri servizi di bar e ristorazione.

Il provvedimento è legato alle “violazioni della pubblica e privata incolumità” che si sono verificate la notte del 9 agosto scorso, quando la Polizia Municipale e il Corpo Forestale dello Stato hanno rilevato un super afflusso di persone all’esterno e all’interno del locale.

Nell’area est (zona mare) sarebbe stata segnalata la presenza di 800 persone, corrispondenti a 3 persone per metro quadrato. Il doppio del limite consentito (1,5 per metro quadro).

Una tegola per il titolare Sandro Assenti, che arriva in ogni modo al termine della stagione estiva. Il divieto scatterà quando l’ordinanza verrà notificata all’imprenditore, come è prassi in queste situazioni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.129 volte, 1 oggi)