GROTTAMMARE – Parte proprio da Grottammare il percorso che vedrà una ventata di nuovo all’interno dell’ambito sportivo: è stato infatti già programmato un incontro con tutte le associazioni sportive grottammaresi, dall’Assessore provinciale allo Sport Filippo Olivieri, incontri che verranno poi estesi anche all’intera Provincia.

«Si tratta della prima riunione generale – spiega Olivieri – per conoscere le esigenze dei vari gruppi sportivi, molti dei quali, mi risulta, sono in serie difficoltà per la carenza di idonee strutture, ma anche per mancanza di risorse economiche emerse a seguito della crisi che attanaglia il Paese ed il territorio Piceno. La Provincia non potrà sostituirsi agli sponsor, ma almeno dare un sostegno a quelle manifestazioni sportive che hanno una valenza elevata e consolidata nel tempo, per garantirne la continuità».

L’intento di Olivieri è quello di riuscire a dare la giusta importanza allo sport in tutta la Provincia, cercando di promuovere maggiormente le discipline spesso (ed erroneamente) indicate come  “sport minori”, quali l’atletica, il nuoto, il pattinaggio, il tennis o il ciclismo. Ma anche lo sport come educatore per evitare le cattive abitudini (o le strade sbagliate) e «per stare lontani da certi ambienti e da certi modi di vivere, da tentazioni che rappresentano il male di questa moderna società: droga, alcool, fumo ed anche computer e tv, davanti ai quali bisognerebbe trascorre minor tempo. Lo sport serve anche per non perdere di vista l’impegno primario, che è la scuola».

Partendo dallo sport, l’Assessore intende avviare un discorso più ampio, che è quello che vede l’economia – e quindi il turismo e l’occupazione – al primo posto del territorio: «Lo sport inteso anche come economia, turismo e occupazione. È questo il messaggio che intendo dare al territorio e voglio partire dalle scuole e dalle società sportive disseminate nel Piceno».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 325 volte, 1 oggi)