ASCOLI PICENO – Il giorno successivo alla visita del sindaco di Ascoli Guido Castelli al Ministero del Lavoro e del Welfare, sul caso Novico interviene anche il parlamentare ascolano Amedeo Ciccanti (Udc), che ha presentato una interrogazione al Governo.

“La Novico – si legge nel testo dell’interrogazione – da qualche mese non paga gli stipendi ai dipendenti, nonostante abbia richiesto la cassa integrazione guadagni speciale a zero ore, che dovrebbe partire a settembre. E’ necessario non solo il pagamento degli emolumenti dovuti ai lavoratori dal commissario giudiziale ma anche una rapida erogazione da parte dell’Inps dell’indennizzo di disoccupazione, senza ulteriori ritardi”.

Ciccanti poi chiede entro quale data saranno erogate le mensilità di cassa integrazione da parte dell’Inps e quale iniziative si intendono porre in atto per “fare in modo che la proprietà, attraverso il commissario giudiziale, eroghi quanto prima gli emolumenti dovuti per le passate mensilità, il cui impegno a pagare entro il 10 settembre era stato assunto formalmente con le organizzazioni sindacali”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 401 volte, 1 oggi)