ASCOLI PICENO – Valorizzare le risorse interne capaci e disponibili; non lasciare il Corpo in una situazione di provvisorietà; dare al concetto di sicurezza per il cittadino un carattere prioritario.
Questi i motivi principali che hanno spinto il sindaco Guido Castelli a nominare il maggiore Pier Paolo Piccioni nuovo comandante della Polizia Municipale. Piccioni, già vicecomandante e in servizio da quasi venti anni, è stato nominato per un anno ma il suo incarico è a tutti gli effetti inserito in previsione della composizione della nuova macrostruttura dirigenziale del Comune.

«La nomina interna è un riconoscimento al lavoro di tutto il Corpo. Sono ascolano, amo questa città e la conosco come le mie tasche. Spero di essere all’altezza dei miei predecessori, come Giuseppe Dionisi, Maurizio Collina e Giancarlo Silvestri, uomini di spessore e capacità». Queste le prime parole del neocomandante, il quale non fa mistero dei problemi da affrontare, primo fra tutti quello dell’organico. «Con due imminenti pensionamenti saremo in 48, pochi in rapporto agli abitanti, dovremmo essere almeno in sessanta ma questo numero al momento è irraggiungibile perciò dovremmo essere maggiormente presenti sul territorio anzichè in ufficio. Il nostro lavoro sarà misurabile e valutato in base al rendimento e questo è da stimolo per tutti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.392 volte, 1 oggi)