SAN BENEDETTO DEL TRONTO- Ora sono tutti rinchiusi nel carcere di Marino del Tronto i cinque soggetti, tutti pregiudicati, che nelle prime ore notturne di venerdì se le sono data di santa ragione prima dentro e poi fuori da un albergo di Acquaviva.
Da una prima ricostruzione dei fatti sembra che alla base della discussione degenerata in rissa ci sia un regolamento di conti. I cinque sono G.M. 42enne, P.R., e L.M , entrambi 48enni. Questi tre stavano aspettando l’arrivo di L.M. 43enne di Ancona e L.B.G., 48enne di Fermo.
Poco dopo il loro arrivo, i cinque incominciano ad insultarsi a vicenda e poco dopo si passa dalle parole ai fatti con pugni e calci. La resa dei conti continua poi fuori dall’albergo. Qui alcuni di loro estraggono dei bastoni e iniziano a piovere randellate. Nel frattempo qualcuno dà l’allarme ai Carabinieri di Acquaviva che arrivano con un mezzo sul posto ma è presto evidente che non basta per cui vengono chiesti rinforzi.
Alla fine si riesce a separare il gruppo. Risultato: tutti e cinque feriti trasportati nel vicino Pronto Soccorso di San Benedetto per le prime cure del caso dove vengono medicati con prognosi tra i 15 ed i 20 giorni mentre uno dei quattro viene trattenuto in cura con una prognosi di 40 giorni.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.454 volte, 1 oggi)