SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Crisi economica del Piceno, fabbriche che chiudono e polemiche sul rinnovo delle cariche a Camera di Commercio e Confindustria provinciali.

Il sindaco di San Benedetto del Tronto, Giovanni Gaspari, afferma che la grande manifestazione programmata a Spinetoli per il 19 settembre (e contestata dai lavoratori della Manuli che la vorrebbero ad Ascoli) “è un’occasione preziosa per riflettere su come definire, tutti insieme, una strategia condivisa che metta al centro dell’azione di rilancio la competitività del nostro sistema economico: per questo è indispensabile che la manifestazione sia unitaria, incentrata non sul problema di una singola impresa ma sull’obiettivo di come rilanciare il “sistema Piceno”.

Sulla questione delle nomine, premettendo di “non volersi intromettere nel dibattito”, sostiene che serve arrivare alle nomine “animati esclusivamente dalla volontà di dare risposte immediate alla domanda di futuro che sale dal territorio. Chi sarà chiamato a ricoprire i ruoli di vertice nei due importantissimi Enti dovrà essere sostenuto da tutte le componenti che ne fanno parte e dovrà subito cominciare a lavorare, con la credibilità e autorevolezza che derivano proprio da questo forte mandato, insieme agli altri soggetti impegnati su questo fronte per definire un nuovo modello di sviluppo”.

“Mi permetto di suggerire un campo – continua il sindaco – nel quale tali energie potrebbero essere ben spese e per il quale manifesto sin d’ora la mia disponibilità a cooperare. Abbiano oramai una presenza universitaria consolidata e di grande qualità. Tra queste eccellenze, c’è la Facoltà di Architettura di Ascoli Piceno. Perché non affidare all’Università e al Consorzio Universitario Piceno il compito di pensare a percorsi didattici destinati a creare esperti nell’arredamento di imbarcazioni da diporto? Questo settore della cantieristica è tra i meno colpiti dalla crisi, le Marche vantano una grande tradizione in materia e l’area portuale della città di San Benedetto accoglie piccole imprese di grandi capacità che potrebbero migliorare la loro posizione di mercato se disponessero di figure specializzate nell’”interior design” della nautica”.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 579 volte, 1 oggi)