ANCONA – Un Tavolo tecnico per la ripresa della pesca delle vongole nelle Marche. Si tratta di un gruppo di lavoro il cui primo incontro è fissato per mercoledì 16 settembre, che vuole trovare una soluzione a questo problema ed è composto da due rappresentanti per ogni Consorzio di gestione vongole che operano nei Compartimenti regionali, ovvero Ancona, San Benedetto del Tronto, Pesaro e Civitanova Marche.

Questo gruppo è il risultato della riunione convocata nei gironi scorsi dall’assessore regionale alla Pesca, Vittoriano Solazzi, alla quale hanno partecipato i delegati dei Consorzi, le Capitanerie di porto, il ministero delle Politiche Agricole, le Associazioni nazionali di categoria (Federcoopesca, Lega Pesca, Federpesca Unci Pesca).

Presenti, tra gli altri, anche l’ammiraglio Antonio Pasetti (direzione marittima delle Marche) e Cesare Tabacchini (dirigente ministeriale).

Il vertice è servito per discutere sul riordino in atto, a seguito di una recente sentenza del Tar, emanata dopo il ricorso di 19 imprese di Civitanova che chiedevano il reinserimento nel Consorzio di Ancona.

«Il Tribunale amministrativo – ha sostenuto Solazzi – ha chiarito che la competenza in materia di pesca è regionale e non del Ministero. Questo decisione responsabilizza maggiormente la Regione, ma deve trovare interlocutori attenti e responsabili negli stessi operatori».

Prosegue l’assessore: «Lo sforzo che dobbiamo fare è quello di condividere scelte che sostengano il rilancio del settore, senza creare squilibri sul territorio. È necessario sedersi subito attorno a un tavolo, con spirito costruttivo e con la consapevolezza che ogni Compartimento deve uniformare la propria operatività alle risorse ittiche presenti. In mancanza di una decisione comune infatti la Regione provvederà ad assumere provvedimenti coerenti dal punto di vista scientifico e normativo».

Sollazzi ha anche suggerito un accordo con il ministero che consenta il trasferimento interregionale delle imbarcazioni, nelle aree a maggiore vocazione per ricchezza di pescato.

L’invito alla collaborazione è stato ribadito anche dall’ammiraglio Pasetti, che ha auspicato una valorizzazione merceologica delle vongole veraci marchigiane. La riunione ha consentito inoltre di approfondire vari argomenti legati allo sviluppo del settore.

La Regione si attiverà con Roma per definire una possibile strategia da seguire per rilanciar eil emrcato delle vongole. Altre questioni affrontate hanno riguardato la rottamazione delle imbarcazioni che non risulta attualmente conveniente per i pescatori, visti i rimborsi scarsamente remunerativi e le quote di pescato. Durante l’incontro si è anche ricordato che un terzo della flotta nazionale è marchigiana, ovvero 221 imbarcazioni su 700.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 924 volte, 1 oggi)