JESINA-GROTTAMMARE 1-0 (1°T. 0-0)
JESINA: Argentati, Federici, Altini, Marco Strappini, Lucarini, Focante, Pelliccioni (88’Zancocchia ), Sebastianelli, Petitti (83’Negozi), Simoncelli e Bediako. A disposizione: Callimaci, Santucci, Fava, Leonardo Sassaroli e Matteo Santoni. Allenatore: Stefano Belardinelli (al posto dello squalificato Gianluca Fenucci)
GROTTAMMARE: Domanico, Piemontese, Andrea Capriotti (17′ Faraone)-(63’Gino De Angelis), Del Moro, Follera, Adamoli, Ize Rosa (75′ Fioravanti), Cognata, Andrea Miani, Orlandi e Bollettini. A disposizione: Addazi, Orsolini, Croci e Matteo Rossi. Allenatore: Paolo Del Moro
Arbitro: Andrea Mei di Pesaro
Reti: 60′ Strappini (J)
Espulsi: al 50′ Simoncelli (J) per doppia ammonizione ed al 75’Miani(G) per gioco falloso.
Ammoniti: Adamoli, Follera, Orlandi, Ize Rosa e Fioravanti(G), Strappini, Bediako e Sebastianelli(J).
Spettatori: 400 circa

JESI – Il Grottammare incassa la seconda sconfitta consecutiva e rimane ancora a 0 punti. Ma una sconfitta di misura a Jesi ci può stare in un campionato complesso come quello d’Eccellenza, meno ci poteva stare nel punteggio e nella prestazione offerta lo 0-3 casalingo subito domenica  contro il Montegiorgio.

Paolo Del Moro recupera dall’infortunio che l’aveva tenuto fuori fino a questo momento tornando ad indossare le vesti di allenatore-giocatore, e schiera dal primo minuto anche il nuovo acquisto, il difensore centrale classe ’84 Giuseppe Follera. Dopo un primo tempo abbastanza equilibrato in cui i rivieraschi hanno avuto due buone opportunità al 26′ su calcio piazzato  e al 38′ con una buona  conclusione da fuori di Orlandi (apparso il migliore in campo e il più propositivo tra i biancocelesti) al quale in entrambi i casi si oppneva alla grande Argentati deviandogli la sfera in corner, al 28′ invece un colpo di testa all’indietro di Del Moro aveva rischiato di sorprendere Domanico ma la palla aveva sorvolato la traversa.

Nella ripresa, i biancorossi rimanevano  n dieci dopo appena cinque minuti per l’espulsione di Simoncelli per doppia ammonizione. I biancocelesti tuttavia non riuscivano ad approfittarne della superiorità numerica e al 61′ la Jesina recuperava palla a centrocampo, e lo scattante Bediako davvero una spina nel fianco per le difese avversarie, si involava sulla sinistra, saltava il diretto avversario e concludeva, la respinta della retroguardia era preda del lesto  Strappini che sorprendeva Domanico e Del Moro rimasti immobile e  metteva in rete. La Jesina arretrava affidandosi prevalentemente al contropiede affidato alla velocità di Bediako, il Grottammare non riusciva  a reagire in maniera incisiva.

E al 75′ si ristabiliva la parità numerica: rosso anche per Miani per una brutta entrata  sull’avversario. All’ 84′ ancora lo scatenato Bediako sfiorava il raddoppio. Inutile il forcing finale degli ospiti. Ora il Grottammare è atteso dalla seconda gara casalinga contro la Vigor Senigallia (anch’essa ancora a 0 punti e ieri travolta in casa dalla Fermana per 1-4)  sperando che offrirà una prestazione superiore a quella dell’esordio col Montegiorgio (4 punti). Attesa a Pesaro dalla Vis (4 punti) invece la Jesina (ora a 3 punti).

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 619 volte, 1 oggi)