SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Dopo il disastro sportivo di mercoledì sera, l’esonero di Minuti e l’incarico di allenatore affidato a Palladini, in casa Samb ci si lecca le ferite.

Il Direttore sportivo Giulio Spadoni giovedì mattina ha incontrato la stampa e ha raccontato i dettagli del post partita, dopo la sconfitta interna con il Piano San Lazzaro: «Abbbiamo preso la decisione di esonerare Minuti con grande sofferenza. Non rinneghiamo la scelta di quest’estate, eravamo convinti del valore di Pasqualino Minuti e lo siamo tuttora. Purtroppo nel calcio contano i risultati, e a San Benedetto, in Eccellenza, il periodo di valutazione dei risultati non può essere lungo».

E’ il calcio: Minuti paga per tutti. Una squadra in non eccelse condizioni di preparazione non ha aiutato l’ex attaccante di Samb e Ascoli. «La responsabilità è di tutti, i giocatori si devono scuotere – ha aggiunto Spadoni – e, ripeto, a livello umano non è stato un gesto facile, questo esonero. Palladini? Per il momento, per via anche di problemi fisici, farà solo l’allenatore a tutti gli effetti, si tufferà al 100% in questa avventura, con responsabilità ed entusiasmo, consapevole delle attese riposte su di lui. Non stravolgerà la squadra, il gruppo lo conosce bene e ci crede appieno. Saremo più deboli in mezzo al campo? Il mercato è aperto fino al 18 settembre, sicuramente cercheremo delle alternative a Ottavio».

Spadoni ha anche affrontato un dibattito con la stampa, motivando così la scelta di credere fermamente in Minuti d’estate, nonostante le pressioni contrarie di alcuni tifosi per il suo passato in bianconero, e di “mollarlo” dopo solo due partite, seppur infelici. «Guardate, Spina lo conosco da vent’anni. Si sa, lui è un Presidente tifoso. Ma sa separare la passione sportiva dai compiti di dirigente lucido. E l’equilibrio non gli manca. Ma nel calcio contano i risultati, più di ogni cosa. L’esonero di Minuti, sofferto e molto duro per noi da decidere, è stato necessario per i risultati cattivi, non è stata una scelta da tifosi. Se fossimo appiattiti sulle scelte dei tifosi, non lo avremmo preso questa estate».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 2.107 volte, 1 oggi)