SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La decisione dell’esonero di Minuti arriva dopo quasi mezz’ora di riunione tra Spina, l’allenatore in carica e i calciatori, negli spogliatoi. Dopo questa decisione poche sono le parole rilasciate (domani si dovrebbero conoscere tutti i dettagli) mentre prima dell’incontro decisivo il presidente Spina, in sala stampa, aveva detto che «ci troviamo in una situazione ambientale difficile (all’esterno i tifosi contestavano rumorosamente, ndr), per cui devo valutare le decisioni da prendere. Siamo in una situazione particolare, oggi c’erano 2500 persone allo stadio e hanno tutto il diritto di contestare questa assurda situazione. La forma fisica è quella che è, ricordiamo che siamo partiti due settimane dopo gli altri e che la metà dei ragazzi è arrivata dopo il 17 agosto, per cui è normale vedere un calo nella ripresa. Nel primo tempo meritavamo la vittoria? Sì, abbiamo avuto buone occasioni, ma vedo che sono gli altri che segnano facilmente…» Nessun rilievo alle decisioni dell’arbitro, che tra rigore e gol “fantasma” è stato decisivo.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 658 volte, 1 oggi)