ANCONA – Dalla Regione sovvenzioni per ii consorzi. Scade il 25 settembre infatti il termine per la presentazione delle domande di contributo a favore dei consorzi di imprese industriali e artigiane. Il bando dispone di uno stanziamento pari a 600 mila euro che verranno ripartiti tra artigiani e piccole e medie imprese industriali: ai primi il il 70 per cento delle risorse, ai secondi il 30 per cento.

Gli incentivi sono diretti alla prevenzione e riduzione dell’impatto ambientale, alla promozione e distribuzione commerciale, alla costituzione di reti tra imprese, anche tramite collegamenti telematici. E ancora, contributi per la realizzazione di programmi di ricerca scientifica, tecnologica e per l’aggiornamento nel campo delle tecniche gestionali.

Rientrano nelle spese ammissibili quelle per il personale dipendente, le spese per attrezzature e strumentazioni acquistate appositamente per lo svolgimento delle attività progettuali, consulenze relative all’attività di ricerca e altri costi di esercizio.

Inoltre, i progetti devono coinvolgere più della metà delle imprese associate a ciascun consorzio, mentre saranno finanziati gli interventi che prevedono spese ammissibili non inferiori a 52 mila euro – limite valido per i consorzi di imprese industriali – o 26 mila euro – per i consorzi di imprese artigiane. Per quanto riguarda la decorrenza delle spese, sono ammesse quelle sostenute o da sostenere durante tutto il 2009.

Commenta l’assessore alle Attività produttive, Fabio Badiali: «I consorzi di piccole imprese sono strumenti molto utili per promuovere la competitività, anche internazionale, delle aziende marchigiane. La ridotta dimensione media delle attività da un lato garantisce flessibilità organizzativa e adattabilità alle mutevoli condizioni di mercato, ma può in alcuni casi creare problemi quando ci si confronta con competitori ben più grandi. Per questo è importante fare squadra, mettendosi in rete e collaborando. In questo modo anche i piccoli possono agire da grandi e cogliere al meglio le opportunità dei vari mercati».

Bando, documentazione e maggiori informazioni al sito www.impresa.marche.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 241 volte, 1 oggi)