ASCOLI PICENO -Il grande regista americano di origine italiane Roberto Zemeckis, e’ stato di recente ad Ascoli per fare ricerche sulla genealogia della propria famiglia, e visionare anche un film documentario dal titolo ‘La Terra e la Memoria’, che racconta la storia delle trasformazioni economiche e sociali del Piceno, nell’ultimo secolo, in ambito rurale, soprattutto grazie ad interviste a proprietari, mezzadri e contadini che quella storia hanno vissuto su fronti opposti. Zemeckis, autore di film di successo mondiale come ‘Ritorno al futuro’, ‘Forrest Gump’ o ‘Chi ha incastrato Roger Rabbitt’, e’ stato ospitato presso la residenza storica di Villa Seghetti Panichi, a Castel di Lama.
Non e’ ancora noto se il regista americano, la cui famiglia dovrebbe essere originaria della zona di Offida, nella Vallata del Tronto, sviluppera’ nel suo lavoro il materiale di cui ha preso visione nel Piceno, anche legandolo alla ricostruzione delle vicende passate dei suoi avi. Di sicuro il documentario ‘La Terra e la memoria’, promosso dall’associazione culturale ‘ErmoColle’, e di cui e’ registra Angelo Cerasa, ha avuto un’accoglienza, locale e non solo, molto calorosa. Forti sostenitori dell’iniziativa documentaristica, di grande impatto cinematografico per il suo taglio narrativo ma anche per la sua accuratezza, sono stati sia il disegnatore Tullio Pericoli che l’attore Giobbe Covatta, entrambi originari di Colli del Tronto, dove ha sede l’associazione che ha promosso la realizzazione del film, reagendo all’ipotesi della cementificazione di una collina locale, che residenti e intellettuali volevano preservare e tutelare in quanto bene naturalistico. La copertina dell’opera, uscita nell’aprile scorso e di cui sono state finora stampate 2 mila copie e’ appunto la riproduzione di uno dei primi disegni paesaggistici di Pericoli, che ritrae il suo paese natio, con il suo inconfondibile stile grafico-pittorico.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 858 volte, 1 oggi)