SAN BENEDETTO DEL TRONTO – «I piccoli interventi sul traffico a cui stiamo pensando li reputiamo importanti, anche se non macroscopici. E li abbiamo concordati ascoltando le segnalazioni di residenti e comitati di quartiere».
Parla così Settimio Capriotti, assessore alla Viabilità, esponendo alcuni progetti a breve termine da parte dell’amministrazione comunale sul versante del traffico e della sicurezza stradale.
Per quanto riguarda gli attraversamenti pedonali rialzati, ne sono in programma due in via Pizzi, uno di fronte all’entrata laterale della cattedrale, l’altro all’incrocio (pericoloso) con via San Martino. Nella via della ex caserma dei Carabinieri sono stati persi 20 posti auto per via dell’ampliamento del marciapiede adiacente alla chiesa. Capriotti difende la scelta: «Sono interventi ineludibili, anche a costo di perdere parcheggi, se si vogliono rendere le vie del centro più vivibili».
Per quanto riguarda le piste ciclabili, in viale dello Sport di fronte alla caserma dei Carabinieri il Comune vuole provvedere ad allargare l’uscita della corsia sulla strada, ponendo una segnaletica idonea fino all’incrocio con via Virgilio. «Vogliamo dissuadere la gente dal parcheggiare su quella curva, è già vietato ma spesso ci si lascia l’auto ugualmente».
In via San Pio X, dalla statale fino alla scuola materna, il Comune vuole disporre un percorso pedonale delimitato e un’isola spartitraffico all’incrocio davanti alla chiesa, presso l’incrocio di via Togliatti.

Canalizzazioni del traffico in vista anche a Ponterotto, presso l’incrocio fra via Colfiorito, via della Resistenza e via Col dei Pioppi. In via Montagna dei Fiori verranno disposti dei lampeggianti per segnalare la curva pericolosa e probabilmente anche dei dossi in plastica, se ci sono gli spazi sufficienti, per moderare la velocità. Idem in via Madonna della Pietà.
Davanti al palazzo di giustizia, infine, i parcheggi verrebbero spostati in parallelo sull’aiuola e sarebbe il primo passo propedeutico per realizzare la corsia preferenziale destinata agli autobus. Un progetto del quale non si parla più e che sembra essersi eclissato dalle priorità dell’amministrazione comunale.
Ultimo accenno infine alla rilevazione statistica del traffico in via Val Tiberina e via Esino, a Porto d’Ascoli. Per quantificare direzioni e frequenze dei flussi di veicoli e le dimensioni dei veicoli che transitano in queste due strade, verranno disposti dei rilevatori elettronici che dovranno fornire dati per un successivo intervento ponderato sulla viabilità.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.106 volte, 1 oggi)