CUPRA MARITTIMA – Cupra nella Preistoria, nella civiltà picena, Cupra Romana, Cupra nell’Ottocento, Cupra durante la Prima e seconda Guerra Mondiale. Sono questi gli argomenti che sono stati approfonditi dai partecipanti al primo corso di formazione sulla conoscenza del territorio e dei beni culturali cuprensi.

Organizzato dall’Archeoclub di Cupra Marittima, ha avuto inizio lunedì 1 settembre ed era destinato a studenti del secondo e terzo anno della scuola secondaria di primo grado.

Gli iscritti, una trentina tra ragazzi e ragazze, hanno seguito un ciclo di lezioni mattutine che ripercorrerà, dalla preistoria alla seconda guerra mondiale, le vicende storiche di Cupra Marittima, completando il corso con visite guidate al Parco Archeologico e al Borgo Medievale.

A completare l’iniziativa con lezioni pratiche è stato il “paleotecnico” Giovanni Ciarrocchi che ha tenuto un laboratorio di scheggiatura della selce, mostrando ai ragazzi quanto ingegno, abilità e arte fossero necessari ai nostri progenitori per costruire strumenti da cui dipendeva la sopravvivenza quotidiana.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 543 volte, 1 oggi)