SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Quindici anni di arte e passione: per “Teatri Invisibili” quello di quest’anno sarà un compleanno importante.
Per festeggiarlo niente di meglio di un programma suggestivo, eterogeneo e ad ampio respiro.
Dodici appuntamenti che si snoderanno in tre teatri, tra Grottammare e San Benedetto del Tronto, a partire da domenica 6 settembre.
Fino al 10 ottobre, il Teatro dell’Arancio di Grottammare, il Teatro Concordia e il Teatro dell’Olmo di San Benedetto del Tronto, accoglieranno le performance artistiche di realtà teatrali come i Babilonia Teatri, che apriranno il 15º Incontro Nazionale dei Teatri Invisibili con “Pop Star” , o Andrea Cosentino con i suoi “Primi passi sulla luna”, o il teatro danza della compagnia Atacama che presenterà “L’ambito“, o la compagnia Nessunteatro, con la prima di “Delitto all’isola delle capre”.
«Siamo riusciti, seppur con grandi difficoltà – ha dichiarato Piergiorgio Cinì, direttore artistico, insieme a Riccardo Massacci, di Teatri Invisibili – ad andare avanti, con la speranza di poter organizzare per la sedicesima edizione, un happening teatrale, come abbiamo fatto nei primi anni di vita di Teatri Invisibili, quando settanta o ottanta compagnie teatrali si esibivano a San Benedetto».
«Alcuni spettacoli – ha anticipato Cinì – punteranno il loro interesse sul fenomeno dell’immigrazione, un argomento a noi molto caro».
Oltre ai dodici appuntamenti, il programma di “Teatri Invisibili”, prevede altre importanti iniziative. Innanzitutto un corso di formazione per osservatori volontari, che si terrà il 14, il 17 e il 18 settembre presso il Teatro dell’Olmo, alle ore 18. Da questo corso si formeranno quelle che verranno chiamate le ronde e che presenteranno sabato 19 settembre presso l’isola pedonale di San Benedetto del Tronto, la performance di piazza “Ronda Anomala”. Sempre il 19, a partire dalle ore 21,30 presso il Teatro dell’Arancio, si terrà invece la proiezione del documentario “Come un uomo sulla terra”, in collaborazione con la fondazione Libero Bizzarri. Il documentario, «di un’attualità sconvolgente – ha spiegato Cinì – è incentrato sugli emigranti etiopi che vengono in Italia. Alla proiezione saranno presenti il regista e il protagonista del documentario».
Il 10 ottobre infine si terrà l’incontro-dibattito “15 anni di invisibili realtà”, coordinato da Pierfrancesco Giannangeli. Una tavola rotonda per capire come è nata la rassegna Teatri Invisibili e come si è modificata nel corso degli anni. Durante l’incontro si parlerà anche dell’imminente uscita di un libro che raccoglie i pensieri e i commenti di molti artisti che hanno partecipato nel corso dei 15 anni alla rassegna, come Ascanio Celestini o i Babilonia Teatro. Il libro, dal titolo “Invisibili realtà” uscirà a breve, curato da Giannangeli, con il sostegno della Fondazione di Risparmio Carisap.
I biglietti, al prezzo unico di 8 euro, sono in vendita presso i luoghi di rappresentanza. Per gli spettacoli presso il Teatro dell’Olmo (20, 26 e 30 settembre) si consiglia la prenotazione.
Per il programma dettagliato del quindicesimo incontro nazionale dei Teatri Invisibili cliccare sul link sottostante:

 http://www.teatriinvisibili.splinder.com/tag/programma+15°+incontro

Per informazioni contattare il Laboratorio Teatrale Re Nudo, al numero 0735 582795.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.032 volte, 1 oggi)