SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Rispetto al 1.076.000 euro con cui si è tentato (invano) di venderla nello scorso mese di aprile, gli 860 mila euro posti come base d’asta della sala ex Cedic, in via Curzi, al secondo piano del palazzo che ospita le poste centrali, rappresentano pur sempre una cifra importante. Che potrebbe entrare nelle casse del Comune (con soddisfazione di tutti), ma che rischiano di restare una cifra senza sottoscrittori, se si considera che i 430 metri quadrati della struttura (e quindi i 2 mila euro al metro) andranno ristrutturati anche per creare i tre, quattro o cinque appartamenti che un eventuale costruttore dovrà poi ripiazzare. Il costo finale, dunque, rischia di diventare molto alto, di 5 o 6 mila euro al metro quadrato: e con i tempi che corrono, non tutti hanno la volontà di rischiare di esporsi per una cifra simile. Ovviamente si spera nel contrario.

Ad ogni modo chi fosse interessato a comprare l’ex sala Cedic (ex pretura), in via Curzi 24, al secondo e ultimo piano sopra alle poste centrali, può presentare un’offerta in Comune, Ufficio Protocollo al pian terreno di viale De Gasperi 124, entro martedì 8 settembre alle ore 10. I locali posti in vendita dal Comune hanno destinazione “residenziale”, una superficie complessiva di 430 metri quadrati circa, altezza interna 3,40 metri, comprensiva di un seminterrato di 56 metri quadrati circa, alto 2 metri.
La base d’asta è di 860 mila euro, il deposito a garanzia dell’offerta è del 10% del prezzo offerto, fino ad un massimo di 51.645,69 euro. Alle ore 11 dello stesso giorno si svolgerà l’asta, ovvero verranno valutate le offerte pervenute, presso l’ufficio del dott. Antonio Rosati, dirigente del settore “Gestione delle risorse”, al terzo piano del Municipio, in viale De Gasperi 120.

E’ possibile consultare l’avviso d’asta e altra documentazione nella sezione dedicata ai bandi del sito del comune www.comunesbt.it.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 317 volte, 1 oggi)