SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Futuro della Sentina e dibattiti giornalistici sul migliore modo di “sfruttare” economicamente questo polmone verde dell’Adriatico e del Piceno: dopo l’intervento del presidente della Riserva Pietro D’Angelo («giù le mani dalla Sentina») interviene anche l’associazione provinciale delle Guardie Ecologiche Volontarie.

Il consiglio direttivo in una nota afferma infatti: «Come associazione ambientalista, non possiamo fare a meno di aderire con forza e determinazione all’appello lanciato dal Presidente del Comitato di Indirizzo della Riserva Naturale Regionale Sentina, Pietro D’Angelo. La nostra associazione ha per vocazione quella della tutela di ciò che è patrimonio di tutti e la Sentina rappresenta, così com’è, una ricchezza inestimabile da proteggere e conservare, contro ogni speculazione che, presentandosi sotto le false vesti del benessere comune, rappresenta come al solito un interesse di pochi. Siamo e saremo al fianco della Riserva Sentina e di chi ha a cuore la tutela dell’ambiente, con gli occhi e le orecchie ben aperti, pronti a denunciare con ogni mezzo eventuali tentativi che riteniamo aggressivi nei confronti della Riserva stessa».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 767 volte, 1 oggi)