MARTINSICURO – «Un partito ermafrodita»: gli elettori delusi dell’ex Forza Italia a Martinsicuro così definiscono la costituzione del partito della Lega Nord in seno alla maggioranza Di Salvatore. Dopo le esternazioni dei gruppi di maggioranza e di opposizione su varie questioni che si sono susseguite nel corso dei due anni amministrativi, stavolta a prendere la parola attraverso una serie di manifesti diffusi a Martinsicuro e Villa Rosa sono stati alcuni cittadini, e nello specifico gli elettori delusi di Forza Italia, che evidentemente non hanno gradito il passaggio dell’assessore Alberto Tuccini – eletto come indipendente alle scorse amministrative in rappresentanza del Comitato Giovani – alla Lega Nord.

«Ci mancava l’indipendente Tuccini – scrivono – a colorire ancora di più questo afoso scorcio d’estate amministrativo».

«Un emerito “sconosciuto politico” quasi d’incanto diventa leghista in consiglio comunale con i consensi degli elettori di Forza Italia, di Alleanza Nazionale, dell’Udc e dei simpatizzanti del centro-destra».

Nel manifesto di suggerisce come, in base alla prassi comune, qualora avesse voluto aderire ad un nuovo partito, l’assessore allo Sport per non tradire la fiducia dei propri elettori avrebbe dovuto prima di tutto dimettersi da consigliere e solo successivamente aprire a Martinsicuro una sede della Lega Nord con tanto di tesseramento degli iscritti ed elezioni del direttivo.

«Con pazienza certosina – proseguono – aspettavi il prossimo turno ed avevi l’opportunità di eleggere un vero consigliere “leghista”».

I firmatari del manifesto considerano «vergognoso svendere i propri voti per far nascere un partito “ermafrodita”» e ritengono che con il passaggio alla Lega Tuccini ha «ferito a morte gli accordi pre-elettorali».

E una stoccata viene anche riservata al sindaco Di Salvatore, «che per rispetto dell’intera maggioranza non ha nemmeno ritenuto opportuno togliergli momentaneamente la delega allo Sport».

Dure critiche infine anche per le ronde che «a Martinsicuro non servono a niente, dato che Carabinieri, Polizia e Vigili Urbani bastano e avanzano per chiudere il cerchio sulla sicurezza».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 962 volte, 1 oggi)