CUPRA MARITTIMA – Gli “angeli del mare” intervengono di nuovo per salvare bagnanti presi dal panico del mare, proprio nei momenti in cui meno ci si aspetta di rischiare la vita, durante una rilassante nuotata agevolata dal proprio materassino gonfiabile.

Accade a Cupra Marittima, nel pomeriggio di sabato, nel tratto di mare di fronte allo stabilimento balneare “Capannina”. Una turista originaria di Brno (Repubblica Ceca), Eva K., di 49 anni di età, si trovava a fare un bagno dietro alle scogliere con il suo materassino gonfiabile, e a un tratto una brezza di vento che si è alzata all’improvviso ha mosso il mare fino ad allora abbastanza piatto. La donna con il suo materassino è stata spinta a circa 300 metri dalla riva.

Paura e difficoltà prima, vero e proprio panico un istante dopo, hanno reso quei secondi drammatici per la bagnante. Rimasta immobile, non riusciva più a spostarsi verso la costa. A quel punto la sua paura è stata notata dal bagnino Cosimo Crucinio, che a bordo del suo pattino ha raggiunto la donna centinaia di metri più a nord del punto in cui era entrata in acqua. Il bagnino l’ha fatta salire a bordo conducendola a riva dai suoi familiari, che non immaginavano neanche il dramma che stava accadendo.

Il bagnino Crucinio, molto esperto nell’assistenza ai bagnanti, si era reso protagonista di un salvataggio anche domenica scorsa, nel tratto di mare di sua competenza.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.228 volte, 1 oggi)