STRANEZZE. Il treno proveniente da Milano arriva a San Benedetto alle 22.34 e riparte alle 22.36, prossima fermata Pescara. Sul piazzale davanti all’ingresso della stazione dove mi trovo in attesa di un mio parente c’è un bus con destinazione Porto d’Ascoli-Martinsicuro. Mentre stavo pensando al bel servizio per gli abitanti in zona Porto d’Ascoli e per quelli di Martinsicuro, sento arrivare il treno ed entro in stazione. Arriva il treno, in molti scendono ma con mia “somma sorpresa” sul piazzale non trovo più il pulmann con le destinazioni sopra indicate. Mi incuriosisco e leggo gli orari, il bus ha questo orario di partenza: 22.28, per questo non c’era più. A me è sembrata una presa in giro ma forse c’è un motivo validissimo che mi piacerebbe conoscere.
PERICOLI. I semafori del ponte sull’ospedale tra via Manara e SS16 e quelli tra via Risorgimento e SS16 vanno, a parer mio, rivisti. Per chi viene da sud servirebbero 15-30 secondi in più a chi deve girare verso ovest: molto spesso si rischia di restare nel mezzo con il semaforo diventato rosso e quello per chi viene da nord già verde. Per l’altro di via Risorgimento il pericolo è ancora maggiore: il cambio verde da est e rosso da sud è quasi simultaneo per cui è consigliabile a chi viene da via Risorgimento (essendo completamento coperto sulla sua sinistra da un palazzo) di ritardare un secondo prima di affacciarsi sulla statale 16… al buio. Stessa cosa per chi viene da sud e si azzarda a passare mezzo secondo dopo il rosso. Provare per credere. DisAppunto scaturito da mie esperienze personali.
VIE MARSALA-TOMMASEO. La via è praticamente la stessa, il nome cambia perchè cambiano le città: via Marsala è e via Tommaseo di San Benedetto con il prolungamento nel territorio di Grottammare fino all’incrocio con via Dante Alighieri. Eguali anche le difficoltà a percorrerle. Lo spazio transitabile (è ancora due sensi) è inferiore a quello necessario per due corsie: le conseguenze maggiori quando vi transita un bus o un auto più larga del normale. Spesso e volentieri per permettere il transito un mezzo, quasi sempre il più piccolo, è costretto a fermarsi e finire sulle linee di sosta quando non ci sono auto parcheggiate, altrimenti occorre addirittura fare marcia indietro e approfittare di una delle tante traverse. I responsabili grottammaresi e sambenedettesi sono complici perché tacciono e fanno finta di niente. Basterebbe un parcheggio su uno dei due lati e aggiungere una bella linea continua nel mezzo. Tanti inconvenienti che andrebbero eliminati al più presto.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.980 volte, 1 oggi)