ASCOLI PICENO – Giovedì mattina, all’Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri «Umberto I», l’assessore provinciale Antonini ha parlato con il vice preside prof. Puglia il quale ha evidenziato la necessità di «avviare corsi e attività collegate con il mondo del lavoro e gli ordini professionali». Successivamente, presso l’Istituto Tecnico Agrario Statale «Celso Ulpiani», Antonini ha incontrato il nuovo dirigente scolastico Maria Luisa Bachetti e la prof.ssa Margherita Bonanni, già dirigente dell’Ulpiani. L’assessore ha lanciato l’idea di realizzare un «orto medievale» nel centro storico della città per riscoprire le antiche erbe officinali, utilizzando le grandi competenze tecniche dell’Istituto al servizio della storia e delle tradizioni.

Infine, all’Istituto Tecnico Statale «G. Mazzocchi», con il dirigente scolastico Alfredo Mazzocchi, ha fatto il punto sui tanti progetti in collaborazione con le Università di Macerata e Camerino.
«Si tratta di un’iniziativa di ampio respiro territoriale – ha affermato l’assessore – diretta a creare un percorso di crescita rispondente alle esigenze della comunità locale definendo, nel contempo, un’articolata programmazione didattica dall’alto valore formativo ed educativo».
La campagna d’ascolto di Antonini proseguirà, sempre ad Ascoli il 1 settembre con la visita di altre scuole, per far tappa, poi, a San Benedetto del Tronto e Grottammare. Contestualmente, al «tour scolastico” di Antonini, sempre giovedì pomeriggio, il Presidente Celani, con l’assessore Allevi, ha incontrato i dirigenti scolastici delle scuole superiori del territorio provinciale nell’aula conferenze della nuova sede del Servizio Risorse Naturali e Polizia Provinciale in zona Pennile di Sotto. Al termine della riunione, gli amministratori hanno invitato i capi d’istituto a stilare una relazione sulle problematiche delle varie strutture scolastiche.
«Ritengo essenziale la collaborazione con i rappresentanti e gli operatori del mondo della scuola – ha sottolineato il Presidente Celani – per valutare insieme le priorità di ogni singolo istituto e programmare, compatibilmente con le risorse a disposizione, gli interventi per migliorare ulteriormente la sicurezza e la funzionalità degli edifici scolastici. Considero il diritto allo studio e alla formazione uno dei pilastri su cui si basa lo sviluppo della comunità picena».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 505 volte, 1 oggi)