SAN BENEDETTO DEL TRONTO – L’Arpam (Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale delle Marche) ha comunicato al Comune che il tratto di mare antistante la foce del torrente Albula è tornato balneabile, dal momento che due rilevazioni quindicinali consecutive hanno dato esito negativo riguardo alla presenza dei batteri “coliformi fecali” e “streptococchi fecali”. Il divieto di balneazione era stato disposto per 50 metri a nord e 50 metri a sud della foce del torrente. Per il Comune, questa alta presenza batterica è stata dovuta a «fattori temporanei». Peccato che questi fattori si siano verificati proprio nel periodo estivo. Molte persone, comunque, abitualmente si godono il mare proprio in quel tratto di costa.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 560 volte, 1 oggi)