GROTTAMMARE – Continua la collaborazione con l’università Ca’ Foscari con eventi e master universitario in letteratura inglese post coloniale in lezioni aperte a tutti, dal 1 al 6 settembre, fra il Kursaal e il teatro dell’Arancio.

La novità di questa seconda esperienza – promossa nuovamente a Grottammare dagli stessi insegnanti della sezione di studi post-coloniali dell’università veneta – vede dietro proposta dell’amministrazione l’apertura al territorio, proponendo la frequentazione parziale del corso a chi fosse interessato ad approfondire i vari aspetti della letteratura inglese del periodo post coloniale e ad analizzare insieme agli esperti il ruolo della lingua inglese nel mondo. Per iscriversi basta presentarsi il primo giorno di lezione, martedì 1 settembre, alle 9,30, presso la sala Kursaal. Il prezzo dell’iscrizione è di 150 euro per la frequenza mattutina oppure pomeridiana. Al termine, verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Il corso è un progetto dell’università Ca’ Foscari di Venezia, in collaborazione con il Master di traduzione di testi post coloniali di Pisa, l’AISLI – Associazioni per lo studio delle letterature in inglese e altri 12 atenei italiani e stranieri.

«Rinnoviamo con interesse la collaborazione molto proficua con l’università Ca’ Foscari, per mantenere il collegamento tra Grottammare e le più autorevoli realtà italiane di produzione culturale – spiega l’assessore alla Cultura e Turismo, Enrico Piergallini -, ma è anche un sostegno alla flessione turistica delle prime settimane di settembre. Va infine ricordato che il corso non resterà estraneo al territorio poiché, oltre a coinvolgere 4 docenti dell’Istituto superiore “Fazzini/Mercantini”, si aprirà alla cittadinanza attraverso una quota di iscrizione agevolata per coloro che volessero assistere alle lezioni e conseguire l’attestato».

Gli appuntamenti aperti al pubblico sono invece riservati alle serate del 2 e del 4 settembre, al Teatro dell’Arancio. In programma, rispettivamente, un reading poetico e uno spettacolo musicale. Entrambi gli eventi sono ad ingresso gratuito e saranno introdotti dai docenti del corso di specializzazione. Tra questi ci sarà anche il poeta canadese George Elliott Clarke, che torna a Grottammare anche in veste di protagonista del reading “Blue, Blues and Black”, lettura poetica di una voce dal Canada, con intermezzi musicali di Gionni Di Clemente e Bruno Censori, a cura di Giulio Marra (mercoledì 2 settembre, ore 21.30).

E’ invece dedicato alla pace lo spettacolo “No war. Guerra…No, grazie!”. Si tratta di una performance teatrale di denuncia che attinge alla musica, alla poesia e alle immagini. Ideata e diretta da Marco Fazzini, prevede l’esibizione dell’ensemble Matching forces for peace (venerdì 4 settembre, ore 21.30).

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 474 volte, 1 oggi)