GROTTAMMARE – «Un grazie di cuore a tutti quelli che hanno partecipato, e che in qualche modo hanno “dato una mano” a fare in modo che bambini così lontani e poveri potessero essere curati». Anche quest’anno riuscita l’iniziativa di solidarietà che ha visto Cabaret, amoremio! protagonista, per quanto riguarda la raccolta fondi destinata all’associazione Rio de oro: mille e 400 euro il ricavato che verrà utilizzato per spese sanitarie a favore degli otto bambini e adolescenti che rimarranno in Italia per continuare le cure mediche .

Intanto il 27 agosto si terrà la cena di saluto presso la scuola di zona Ascolani

dove i bambini sono ospitati, presenti i volontari che hanno partecipato all’assistenza dei bambini, e gli Amministratori locali.

«Vogliamo assicurare almeno per un periodo all’ anno – spiegano – una vita maggiormente salutare a bambini e adolescenti bisognosi di cure mediche e ospedaliere e nello stesso tempo sostenere la causa del popolo del Saharawi (gente del deserto) sono circa 250 mila e vivono da profughi nell’estremo sud-ovest dell’Algeria».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 384 volte, 1 oggi)