MARTINSICURO – «Rafforzare la collaborazione tra cittadini e forze dell’ordine nel segnalare le situazioni di irregolarità sul territorio e diffondere la cultura della legalità»: Paolo Camaioni riassume con poche ma chiare parole i propositi emersi nell’incontro del 19 agosto tra Città Attiva e il Questore di Teramo Amalia Di Ruocco. Un’ora di colloquio a cui ha partecipato anche l’assessore regionale Paolo Gatti, e in cui l’associazione civica ha discusso con la Di Ruocco il tema della sicurezza a Martinsicuro.

In particolare Città Attiva ha focalizzato l’argomento sulla carenza di infrastrutture e sull’insufficiente dimensionamento degli organi preposti al controllo del territorio. Il Questore ha illustrato a sua volta  il quadro generale del dispiegamento di forze dell’ordine nel teramano e ha offerto la massima collaborazione per far sì che a Martisnicuro si abbia una più alta percezione della sicurezza, scesa drasticamente negli ultimi tempi.

«La carenza di forze dell’ordine – ha concluso Camaioni – può essere in parte compensata con una più stretta collaborazione tra le stesse e i cittadini, e si deve fare in modo di diffondere il più possibile la cultura della legalità, anche attraverso momenti di incontro finalizzati a migliorare e mettere a regime questi aspetti».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 449 volte, 1 oggi)