BERLINO – Nell’ambito dei Mondiali di Berlino, a Casa Italia Atletica, serata di gala dedicata ieri alla Provincia di Ascoli Piceno con tantissimi ospiti presenti per l’Ambasciata, l’Enit, l’Ice in rappresentanza di attività commerciali di varia natura. Inoltre giornalisti del settore turismo, rappresentanti delle agenzie di viaggio e tour operator senza dimenticare il quartier generale dell’Asics ed il comitato organizzatore dei mondiali allievi di Bressanone 2009.
“Il Piceno dei saperi, il Piceno delle qualità”: è questo lo slogan promosso ancora una volta a conferma di una attività amministrativa diretta a costruire un’idea di territorio sostenuta e condivisa da un’intera comunità locale, apprezzata nel panorama nazionale ed internazionale per le grandi risorse umane, paesaggistiche, monumentali ed artistiche accumulate in secoli di storia.
“Viviamo in una realtà territoriale, dalla costa all’entroterra, fortemente caratterizzata da strutture sportive di eccellenza – ha sottolineato l’assessore provinciale al Turismo Bruno Gabrielli – un patrimonio che ritengo importante far conoscere e valorizzare nell’ambito del turismo sportivo, un settore promettente che, in particolare nel Piceno, possiede straordinarie potenzialità di sviluppo e di crescita”.
Dello stesso parere l’assessore provinciale allo sport Filippo Olivieri: “In questa prestigiosa vetrina internazionale, orgoglio dello sport azzurro, siamo lieti di promuovere il Piceno nei molteplici aspetti delle sue variegate risorse, nell’auspicio che i numerosi visitatori e sportivi qui presenti potranno, in seguito, direttamente apprezzare le meraviglie e le peculiarità del nostro territorio”.
Ospite d’onore Heike Drechsler che vinse la medaglia d’oro ai Giochi olimpici di Barcellona e Sydney nel salto in lungo. “E’ bello essere in qui in questo ambiente familiare – ha detto l’atleta tedesca – la medaglia più bella è stata quella delle Olimpiadi australiane, forse perché avevo 36 anni”. Ma la serata ha vissuto il momento di gloria quando nel salone d’onore dell’Ellington Hotel è entrata Elisa Cusma (assieme al tecnico Claudio Guizzardi), reduce dal sesto posto nella finale mondiale degli 800 metri. “Ci ho creduto fino alla fine – ha detto l’azzurra – sono una che non si arrende mai e riproverò a salire sul podio alla prossima occasione”.
Il popolo di internet l’ha eletta atleta del giorno e quindi tra i tanti premi ha ricevuto anche la cesta di prodotti tipici del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.
La delegazione di Ascoli Piceno composta oltre che dagli assessori Gabrielli e Olivieri, anche dal dirigente allo sport Roberto Giovannozzi, ha consegnato assieme al presidente della Fidal Franco Arese, un riconoscimento alla Cusma.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 591 volte, 1 oggi)