SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Atletica, rugby, pattinaggio, calcio e anche sport acquatici: con la compartecipazione delle società utilizzatrici, il Comune sta attuando un programma di riqualificazione dei più importanti impianti sportivi cittadini i cui primi risultati sono già visibili e altri lo saranno nei prossimi mesi.

L’amministrazione, come detto, ha coinvolto alcune società con una compartecipazione ai costi, in cambio dell’affidamento della gestione pluriennale delle strutture.

Il programma si è già concretizzato nell’adeguamento della pista di pattinaggio “Panfili”, ora arricchita anche da spogliatoi completamente ristrutturati.

Poiché, come noto, la città accoglierà nel 2010 i Campionati europei di pattinaggio, è indispensabile integrare l’offerta con un percorso per il pattinaggio su strada: a tal proposito, proprio di recente il Consiglio ha dato il via libera alla procedura per l’approvazione di una variante al Piano regolatore che consentirà la costruzione di una pista in zona SS. Annunziata. «Nella stessa area – spiega l’assessore allo sport Eldo Fanini – con l’avvio di un iter analogo si arriverà alla realizzazione di un campo da rugby, passo fondamentale per procedere alla riqualificazione del “Ballarin” dove oggi si svolgono allenamenti e partite».

Un’altra opera già visibile è il restauro del campo “Merlini” (o “Europa”, com’è meglio conosciuto) ad opera della società sportiva “Mariner” che si è aggiudicata il relativo bando: anche in questo caso la società sostiene metà dei costi in cambio di una gestione decennale dell’impianto che consentirà però di usufruirne anche al Comune e ad altre società calcistiche. Così come è già funzionante da tempo la tensostruttura dell’Agraria destinata ad accogliere competizioni di ginnastica artistica i cui spogliatoi sono in fase di completamento.

C’è poi il campo di atletica per il quale, insieme alla società “Collection Atletica Sambenedettese” che ne ha la gestione, si sta definendo un progetto per la realizzazione di un “pistino di allenamento” con copertura e potenziamento della tribuna.

L’opera, sulla quale saranno convogliati finanziamenti comunali e di altri enti pubblici, andrà a sanare due lacune storiche dell’impianto: la possibilità di consentire la pratica dello sport al riparo degli agenti atmosferici durante i mesi invernali e un “restyling” che consentirà alla città di candidarsi ad ospitare manifestazioni di livello nazionale ed internazionale.

«Siamo incoraggiati a fare presto – dice ancora Fanini – anche dalla conferma ufficiosa da parte della Federazione Nazionale di Atletica Leggera della volontà di riaffidare alla Collection, dopo la positiva esperienza del febbraio 2008, l’organizzazione dei campionati invernali di Lanci del 2010».

Infine c’è la piscina: «Il complesso “Primo Gregori” – conclude l’assessore – risale agli anni ’70 e gli investimenti richiesti per adeguarlo sono veramente consistenti. Ovviamente la collaborazione economica dei privati sarà assolutamente indispensabile, visto l’investimento richiesto, così come i tempi saranno necessariamente più lunghi. Ma io credo che riusciremo a individuare una formula che consentirà alla città di disporre nel giro di qualche anno di un impianto tutto nuovo, anch’esso in grado di accogliere manifestazioni di valore internazionale».

Copyright © 2016 Riviera Oggi, riproduzione riservata.

(Letto 878 volte, 1 oggi)