SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Qualche settimana fa mi sono intrattenuto un quarto d’ora con una figura istituzionale molto importante del Comune della nostra città. La conclusione è stata che, contrariamente ad altre amministrazioni precedenti (anche dello stesso colore politico) la giunta Gaspari non sa vendersi bene, o meglio, il negativo viene più facilmente alla luce del positivo. Secondo me perché non sa somatizzare le critiche rendendole costruttive magari contrapponendole a fatti concreti che valorizzino il loro operato. In pratica continuano a considerare nemica l’informazione che mette in risalto le loro pecche mentre cerca di “usare” l’informazione più accondiscendente, quella cioè che i fatti li nasconde pensando così di aiutare chi comanda. Vecchi saggi dicono, invece, che per crescere si ha più bisogno delle critiche che di silenzi complici. Finora Gaspari & C. hanno usato un metro sbagliato, secondo me.
L’elenco di impegni amministrativi (lavori pubblici) giunti probabilmente in redazione, per merito o per colpa (fate voi) di tanti commenti critici nei nostri spazi appositi, lo riteniamo un passo avanti verso un modo nuovo di proporsi alla città rispondendo a tono alle critiche anche a quelle più pesanti, il silenzio politico usato finora non ha più l’effetto, tra l’altro, di qualche tempo fa. E un po’ di merito ce lo prendiamo anche noi. Ecco una relazione comunale sugli attuali lavori in corso:

In attesa di consistenti lavori già programmati per l’autunno, come la riqualificazione di via padre Olindo Pasqualetti, già via delle Palme, proseguono anche durante l’estate gli interventi di manutenzione ordinaria in vari punti della città. Si sta lavorando, ad esempio, in via Togliatti e viale dello Sport, fino alla zona di via San Pio X: per un importo complessivo di 280 mila euro, è in fase di sistemazione parte del marciapiede lato est, da via Togliatti a via Virgilio, dove sono state allargate le aiuole intorno agli alberi e livellata la pavimentazione sconnessa a causa dell’affiorare delle radici dei pini. Analogo intervento sul tratto ovest, dalla rotatoria di via Togliatti lungo viale dello Sport fino all’incrocio con via San Pio X.
In precedenza era stata posizionata una ringhiera in legno lungo la stessa via San Pio X che conduce alla chiesa da viale dello Sport. Inoltre, per risolvere il problema dei ristagni d’acqua, è prevista la sistemazione della strada mediante realizzazione di alcune caditoie in corrispondenza della più ampia curva di viale dello Sport prima della rotatoria e di via Togliatti. Nella seconda fase, verrà prolungata la pista ciclabile dal punto in cui si interrompe in viale dello Sport (dinanzi alla caserma dei Carabinieri) a via del Palladio.
Nelle scorse settimane è stato rinnovato anche lo spazio antistante la chiesa della Sacra Famiglia, nel quartiere Ragnola, con nuovo asfalto, panchine, manutenzione intorno alle aiuole, una fontanella, interventi sui campi di gioco, per una spesa complessiva di 25 mila euro.
Altro intervento eseguito, la ritinteggiatura di nove sottopassi ferroviari: in via Voltattorni, via Matilde Serao (verso viale dello Sport), via Mare, via Lombardia (verso via Trento), via Fiscaletti (nei pressi del cinema delle Palme), via Virgilio (zona San Pio X), via Ponchielli (ultimo sottopassaggio verso sud su viale dello Sport), via Monfalcone, via Mazzocchi. I lavori sono stati eseguiti dalla cooperativa sociale “Nuove Prospettive” di Ascoli Piceno per un importo complessivo di 4 mila euro circa.
Sabato 11 luglio, infine, l’area verde di via Colleoni in zona Sentina è stata intitolata a Paola Cipolloni, iniziativa che si inserisce nel programma di riqualificazione delle aree verdi di San Benedetto avviato con gli interventi sul giardino di via Formentini e sul “Parco Eleonora” di via Esino. Nell’area di via Colleoni i tecnici comunali hanno migliorato l’impianto di illuminazione e curato la messa a norma delle attrezzature ludiche, in particolare con l’installazione di “tappeti antitrauma”, per una spesa complessiva di circa 10 mila euro. Grazie agli investimenti effettuati, il parco rafforzerà il suo ruolo di vero e proprio punto di riferimento per la vita del quartiere, in particolare per bambini e anziani. Il parco è infatti attrezzato con giochi, panchine e gazebo ed è molto frequentato, specialmente durante la stagione estiva.
L’idea di intitolare il parco a Paola Cipolloni è stata avanzata dal comitato di quartiere Sentina e subito accolta dall’Amministrazione comunale. Paola Cipolloni era nata il 29 agosto 1963 a San Benedetto ed è morta a soli 34 anni per un male incurabile, dopo soli 14 mesi dalla nascita della sua seconda figlia. Il “Parco Paola” viene gestito dall’omonima associazione che ne cura manutenzione e valorizzazione e che inoltre svolge attività di formazione, divulgazione ed educazione ambientale, promozione attività di animazione rivolte a bambini, anziani e altre categorie, gite e mostre con l’obiettivo di migliorare la vivibilità del quartiere dove si trova il parco.

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.022 volte, 1 oggi)