SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Passato pure il Ferragosto è tempo di bilanci in Riviera. Il primo a trarli è stato Marco Calvaresi, presidente provinciale del settore Turismo di Confindustria, albergatore e ristoratore. In un’intervista a Rivieraoggi.it ha esposto valutazioni e pareri riguardo l’affluenza turistica locale nell’estate 2009. Una stagione particolarmente delicata vista la situazione di crisi economica in corso, ma che secondo Calvaresi non dista troppo dai risultati ottenuti dodici mesi fa: «Rispetto all’anno scorso abbiamo avuto un luglio stazionario ed un agosto che potrebbe dare risposte addirittura migliori. A proposito di giugno invece, c’è stata una flessione del 4-5%, legata però soprattutto  a questioni meteorologiche sfavorevoli».

Nessun crollo di presenze dunque secondo Calvaresi, anche se i vacanzieri stavolta sembrano aver optato per qualche variazione “strutturale”. Una tendenza nota da tempo, derivante anche dal calo del potere d’acquisto: «I turisti hanno preferito svaghi di breve durata e convenienti sotto il profilo qualità/prezzo. Sono dell’idea comunque che il successo di un’annata non dipenda tanto dalle unità, quanto dalla loro redditività. Non dimentichiamo infatti che molti alberghi hanno venduto camere sottocosto pur di ottenere il pienone».

TURISMO GIOVANILE Non è mancata infine una frecciata all’amministrazione comunale per la politica legata all’attrattiva giovanile: «San Benedetto – ha sentenziato Calvaresi – decida definitivamente che strada seguire. Per tentare i ragazzi servono più strutture come gli ostelli».

Copyright © 2017 Riviera Oggi, riproduzione riservata.
(Letto 1.017 volte, 1 oggi)